Al “Trofeo Marzocco” di Firenze due ori firmati Ceroni

I due giovani cussini espugnano Firenze: Manuel Ceroni vince nella categoria “Maschietti/Giovanissimi”, il fratellino Joseph fa il bis tra gli “Esordienti”.

Si è svolta a Firenze presso la palestra Il Barco la prima edizione del Trofeo Marzocco, gara regionale di fioretto riservata alle categorie del Gran Premio Giovanissimi (under 14), prime lame ed esordienti. I giovanissimi schermidori del CUS Estra-Consum.it Siena si sono ben comportati portando a casa 2 ori, 1 argento, 1 bronzo e 3 finalisti.

Sabato, primo giorno di gare: un solo atleta a difendere i colori del CUS Siena e un oro portato a casa. Stiamo parlando di Manuel Ceroni che conquista l’ambito Trofeo nella categoria Giovanissimi (2001). Partenza diesel per il cussino che con 7 vittorie e 2 sconfitte è 7º dopo la fase a gironi all’italiana, poi è un crescendo fino al gradino più alto del podio. Dopo aver battuto agevolmente il pisano Sala 10-2 per l’accesso ai quarti di finale, nella finale ad otto si disfa del pistoiese Lombardi 10-6 per poi sbarazzarsi 10-7 del pratese Valori Ventura ed approdare in finale contro l’aretino Vannucci. Un assalto combattutissimo dall’elevato tasso tecnico che si risolve solo al tempo supplementare con una vittoria di misura per 7-6 a favore del senese Ceroni. Questo weekend di gare non poteva iniziare in maniera migliore.

“ Domenica: alla ricerca del bis „
Il primo a salire in pedana è Mattia Brogi che si classifica 15º nella categoria Ragazzi/Allievi (2000/1999). Classe ’00 si trova penalizzato nell’affrontare avversari più grandi ed esperti di lui, ma nel complesso non demerita. Strappa l’accesso agli ottavi di finale con uno schiacciante 15-4 ai danni del fiorentino Mannucci, nel turno successivo non riesce però a imporsi sul pratese Conti.

In campo femminile nelle Ragazze/Allieve Sofia Brogi ottiene un buon 11º posto. Rammarico per lei che perde 9-12 l’assalto valido per l’accesso ai quarti di finale contro la livornese Giovannoni: un assalto equilibratissimo e dall’esito incerto fino all’ultimo che si risolve solo allo scadere dei 3 tempi regolamentari quando Sofia – in svantaggio di solo un punto – è costretta a tentare di riagganciare invano l’avversaria che ne approfitta, allunga le distanze e mette al sicuro il risultato.

Nelle prime lame (2003) il bronzo di Giovanni Corsi dà lustro a quello che è un bel successo di squadra: il “battaglione senese” infatti oltre al 3º posto di Giovanni ottiene ottimi piazzamenti con Andrea Mussari 5º, Emma Petrini 6ª, Francesco Oliboni 9º, Niccolò Pellegrini 11º e Marco Boccacci 19º. Da sottolineare il fatto che Emma e Andrea hanno avuto la sfortuna di ritrovarsi nello stesso girone sia nella prima che nella seconda tornata vincendo una volta a testa e finendo Emma imbattuta al termine della prima tornata – momentaneamente sola in testa alla classifica provvisoria con tutte vittorie – e Andrea imbattuto alla fine della seconda; si potrebbe dire che la sorte ci abbia messo uno zampino per frenare l’ascesa in classifica dei due cussini che avrebbero potuto ambire entrambi alla vittoria del Trofeo.

È con la gara dei piccoli esordienti (2004) però che arriva il secondo oro per il CUS Siena: è Joseph Ceroni la ciliegina sulla torta di questa trasferta fiorentina. Joseph bissa il risultato ottenuto il giorno precedente del fratello Manuel e conquista il Trofeo da imbattuto. Ma i grandi risultati non arrivano mai né per caso né per fortuna ed è così che a seguirlo a ruota sul secondo gradino del podio c’è il compagno di squadra Matteo Kosta, a dimostrazione del fatto che dietro questi risultati c’è un eccellente lavoro di gruppo dove si cresce, si matura e – perchè no, alla fine si torna sempre lì – si vince insieme. A fare da cornice a questa felice vittoria gli eccellenti risultati degli altri due cussini: l‘8º piazzamento di Giovanni Settefonti che centra l’obiettivo finale ad otto e il 13º posto dell’unica dama senese in gara Giulia Fineschi che – con due vittorie di carattere contro due maschiacci – dimostra di non temere niente e nessuno e sicuramente saprà riservarci grandi sorprese già dai prossimi appuntamenti del circuito regionale esordienti.

Luca Murana